Ultimi argomenti
» brim-full
Mer 3 Ago - 9:36 Da Ospite

» Virtually as cheap as files
Lun 1 Ago - 6:45 Da Ospite

» TistixFreerrySS
Lun 25 Lug - 10:33 Da Ospite

» Voi che ne dite?
Mer 27 Ott - 12:32 Da pallina15

» AUGURIIII FIOKKETTAAAAAAAAAAAA
Mar 8 Giu - 10:23 Da cat

» Video note dal passato
Dom 11 Apr - 13:50 Da Cencio

» auguri sanny
Gio 8 Apr - 12:35 Da Cencio

» auguri renatone
Mer 10 Mar - 14:47 Da cat

» BUON COMPLEANNO CATTTTTTT
Ven 5 Mar - 18:16 Da cat

» bertolaso
Sab 13 Feb - 14:19 Da Cencio

» TEST: PER LUI: SAI TENERTI UNA DONNA ?
Mar 9 Feb - 4:37 Da URSULA

» Hachiko. Esce il film nelle sale e nasce il problema
Mar 9 Feb - 4:34 Da URSULA

» GRAFICA DI CAT
Gio 21 Gen - 10:20 Da cat

» Babbo Natale? "Cattivo esempio"
Mer 20 Gen - 19:31 Da FantasmaFormaggino

» MAY
Lun 18 Gen - 23:45 Da MAY

» EMENDAMENTO REPRESSIONE
Mar 12 Gen - 20:07 Da Cencio

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Partner
 
 
 
Forum amici
 
 
 
 
 
 
 
 

CASO POLANSKI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CASO POLANSKI

Messaggio Da URSULA il Mer 30 Set - 16:08

Polanski, "no all'estradizione"
Insorge il mondo del cinema
Gli avvocati del regista, arrestato in Svizzera per lo strupro su una minorenne nel '77, presentano ricorso. Possibile il rilascio su cauzione. Francia e Polonia chiedono la grazia


Manifesti di sostegno a Roman Polanski a Zurigo


ZURIGO - Il mondo del cinema fa quadrato intorno a Roman Polanski, arrestato in Svizzera per lo stupro di una tredicenne, con una petizione che ne chiede la scarcerazione. Il regista, fermato a Zurigo sabato notte per fatti avvenuti a Hollywood nel 1977, ha già presentato ricorso contro l'estradizione negli Usa. Il suo legale annuncia: "lotterà fino alla fine". Il ministero della Giustizia elvetico ha riferito che potrebbe essere rimesso presto in libertà su cauzione, senza però poter lasciare il Paese.

I legali. "Chiederemo di liberarlo e combatteremo contro l'estradizione", ha annunciato uno dei suoi avvocati, Herve Temine, in una intervista al quotidiano francese Le Figaro. "Umanamente è intollerabile che a 30 anni dall'incidente un uomo di 76 anni che non costituisce alcun pericolo per la società e la cui arte e reputazione sono chiaramente visibili possa trascorrere un solo giorno in prigione", ha aggiunto. Temine ha raccontato che "sua moglie e i suoi figli sono sotto shock per l'arresto". Polanski, ha riferito l'avvocato, si reca spesso in Svizzera, dove possiede uno chalet a Gstaad e comunque non ha mai smesso di viaggiare in tutto il mondo nonostante il mandato d'arresto e la possibile estradizione. Oggi ha assunto un avvocato elvetico, Lorenz Erni, per essere difeso durante la sua detenzione e nel procedimento di estradizione.

Le reazioni politiche. I ministri degli Esteri polacco e francese, Radoslaw Sikorski e Bernard Kouchner, hanno detto di essere d'accordo su un approccio comune nei confronti delle autorità americane e non escludono di chiedere indulgenza al presidente Barack Obama. Il ministro della Cultura francese Frederic Mitterrand ha condannato l'arresto, definendolo "assolutamente raccapricciante", e ha detto di aver discusso la questione con il presidente francese Nicolas Sarkozy.

La replica. "Non avevamo altra scelta". Così il ministro svizzero della Giustizia Eveline Widmer-Schlumpf ha risposto alle critiche. "La biografia di una persona non deve definire un trattamento di favore davanti alla legge", ha aggiunto, precisando di non aver subito pressioni da parte americana. Polanski era sulla lista dei ricercati dell'Interpol. L'arresto è stato possibile perché Berna ha saputo del suo arrivo in anticipo. Un portavoce del ministero della Giustizia ha spiegato che una decisione sull'estradizione potrebbe essere presa solo alla fine del processo.

Shock nel mondo del cinema. Sgomento e solidarietà anche tra i grandi nomi del cinema. Una petizione per chiedere la liberazione di Polanski è stata firmata da tanti attori e registi, tra cui Costa Gavras, Wong Kar Wai, Monica Bellucci e Fanny Ardant. "E' inammissibile servirsi di un evento culturale a carattere internazionale in omaggio a uno dei più grandi registi contemporanei per arrestarlo", recita il testo.

L'arresto. Polanski è stato fermato sabato notte al suo arrivo a Zurigo, dove avrebbe dovuto ricevere un premio alla carriera alla Festa del cinema. L'arresto è scattato su segnalazione della procura di Los Angeles, che ha fatto inoltrare il mandato del 1978 alle autorità svizzere. Polanski negli ultimi trent'anni aveva evitato di viaggiare in Paesi in cui rischiava l'arresto per via delle convenzioni con gli Usa. Gli Stati Uniti avevano emanato un'allerta internazionale nel 2005, dopo la fuga di Polanski alla vigilia del processo per stupro di minore. Non si conosce il luogo della detenzione. L'avvocato zurighese Lorenze Erni, l'unico che ieri ha potuto vedere il cineasta, ha riferito di averlo trovato "molto stanco, composto ma anche scioccato per l'accaduto".

I fatti contestati. Il regista fu fermato dalla polizia californiana alla fine del '77 con l'accusa di aver stuprato la 13enne Samantha Geimer nella villa di Jack Nicholson. Secondo l'accusa, Polanski, prima della violenza, avrebbe drogato la giovane. Il regista ha ammesso il "rapporto sessuale illegale" con la minorenne, ma ha negato lo stupro, sostenendo che la ragazza era consenziente. Se giudicato colpevole, avrebbe rischiato una condanna fino a 50 anni di carcere. Nel maggio scorso, un tribunale di Los Angeles aveva respinto il ricorso in cui Polanski chiedeva l'archiviazione delle accuse. Il regista risiede in Francia e nel 2003 non si recò negli Usa a ritirare l'Oscar per Il Pianista per timore di essere arrestato.
da repubblica.it
______________________________

Per quanto a me piaccia Roman Polanski come regista non posso che contestare questi appelli per la sua liberazione.
Ha fatto sesso con una 13enne, lo ha ammesso lui stesso, difatti poi negli States e nei paesi dove poteva essere arrestato non ci ha messo più piede. Il fatto che la ragazza era consenziente lo dice lui: 13 anni, drogata... difficile pensare che sia stata del tutto consapevole e comunque è un reato lo stesso.
Ora, perché è Roman Polanski non deve scontare la pena prevista?
Anche se son passati 30 anni cosa cambia?
Per qualunque signor X non si sarebbe scatenato questo putiferio. Due pesi e due misure.
Umanamente è intollerabile che a 30 anni dall'incidente un uomo di 76 anni che non costituisce alcun pericolo per la società e la cui arte e reputazione sono chiaramente visibili possa trascorrere un solo giorno in prigione"...
e perché? Lo è stato un pericolo all'epoca... ma non ha mai scontato.
La replica. La replica. "Non avevamo altra scelta". Così il ministro svizzero della Giustizia Eveline Widmer-Schlumpf ha risposto alle critiche. "La biografia di una persona non deve definire un trattamento di favore davanti alla legge", ha aggiunto, precisando di non aver subito pressioni da parte americana. Polanski era sulla lista dei ricercati dell'Interpol.
Sono d'accordissimo.
Non ho ben capito però perché se era sulla lista dei ricercati, non sia stato arrestato prima dato che sulle piste da scii svizzere ci ha scorrazzato per anni, ha una casa lì ed era nota a tutti la sua presenza.
Probabilmente la Svizzera sta cambiando, comincia a non essere più la cassaforte inattaccabile che era anni fa.
avatar
URSULA
Staff

Dragone

http://ursulaforum.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da Sanny il Mer 30 Set - 16:57

Adesso è ridicolo arrestarlo...lui ha fatto una cosa grave, ma doveva essere arrestato quando era giusto lo fosse..Mi chiedo come mai dato che era sulla lista dei ricercati dell'Interpol, non sia stato mai arrestato? Eppure lui non è mai tornato in America, ma neanche si è nascosto...Poteva essere benissimo raggiunto e arrestato!
avatar
Sanny

Tigre

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da URSULA il Mer 30 Set - 18:04

No, non è ridicolo arrestarlo Sanny.
Al di là del fatto che non sia stato arrestato prima... comunque non ha scontato nessuna pena. Non vedo perché anche se ha 72 anni non debba scontare una pena, anche ridotta ma il reato c'è stato.

Ma come... certe volte leggo per questi reati forte indignazione anche estremizzata... tipo "ci vorrebbe la pena di morte" (cosa che non condivido) e certe volte (come in questo caso) neanche un minimo... boh
avatar
URSULA
Staff

Dragone

http://ursulaforum.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da FIOKKETTA il Mer 30 Set - 18:53

(La ragazza ke ha subito violenza l'ha perdonato già da tempo....contenta lei....)
___________________________________________________________________________

Samantha Geimer: "Ho perdonato Roman Polanski per avermi stuprata"
Trentadue anni fa, Roman Polanski abusò della tredicenne Samantha Geimer. E fuggì dagli Stati Uniti. Ora è stato arrestato in Svizzera e rischia di essere estradato per scontare fino a 50 anni di carcere. La sua vittima: "L'ho perdonato"


Trentadue anni fa, Roman Polanski abusò della tredicenne Samantha Geimer. E fuggì dagli Stati Uniti. Ora è stato arrestato in Svizzera e rischia di essere estradato per scontare fino a 50 anni di carcere. La vittima racconta la sua storia, in esclusiva, al settimanale Chi: "Mi fidavo di Roman perchè era amico di mia madre. Nella villa di Jack Nicholson, dissi a Polanski che non volevo avere rapporti, ma ero sola, avevo paura. Così pensai che, se mi fossi arresa, sarebbe tutto finito presto. Dopo tanti anni, l'ho perdonato".
Affaritaliani.it
avatar
FIOKKETTA

Cane

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da Cencio il Gio 1 Ott - 13:57

l'allora 17enne adesso lo perdona? dimostra che il trauma lo ha ricevuto non puo' essere altrimenti ma cio' non toglie che il polanski merita di andare a bottega e nel caso dei pedofili dovrebbero buttare la chiave.
avatar
Cencio

Scimmia

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da FIOKKETTA il Gio 1 Ott - 15:43

Concordo co te Cencio ma se l'ha perdonato la ragazza vittima della violenza ke senso ha scontare ora la pena? Avrebbero dovuto arrestarlo subito come dice Sanny
avatar
FIOKKETTA

Cane

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da Cencio il Gio 1 Ott - 17:39

vero arrestare una persona specie se adesso e' vecchio dopo tanti anni non ha senso
avatar
Cencio

Scimmia

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da URSULA il Gio 1 Ott - 21:12

per me ha senso invece. Non importa che la ragazza lo abbia perdonato (13 enne Cencio, non 17enne)... si può perdonare o si può non farlo mai, questa è cosa personale. Davanti alla legge comunque lui resta colpevole ma senza aver scontato una pena, magari ridotta ma ci dovrebbe essere.
E dico questo nonostante Polanski a me ha sempre fatto tanta simpatia ed è un regista con la R maiuscola.
Però non ho ben chiara una cosa: ma dopo tot anni un reato non cade in prescrizione? boh non so, mi informerò.
avatar
URSULA
Staff

Dragone

http://ursulaforum.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: CASO POLANSKI

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum