Ultimi argomenti
» brim-full
Mer 3 Ago - 9:36 Da Ospite

» Virtually as cheap as files
Lun 1 Ago - 6:45 Da Ospite

» TistixFreerrySS
Lun 25 Lug - 10:33 Da Ospite

» Voi che ne dite?
Mer 27 Ott - 12:32 Da pallina15

» AUGURIIII FIOKKETTAAAAAAAAAAAA
Mar 8 Giu - 10:23 Da cat

» Video note dal passato
Dom 11 Apr - 13:50 Da Cencio

» auguri sanny
Gio 8 Apr - 12:35 Da Cencio

» auguri renatone
Mer 10 Mar - 14:47 Da cat

» BUON COMPLEANNO CATTTTTTT
Ven 5 Mar - 18:16 Da cat

» bertolaso
Sab 13 Feb - 14:19 Da Cencio

» TEST: PER LUI: SAI TENERTI UNA DONNA ?
Mar 9 Feb - 4:37 Da URSULA

» Hachiko. Esce il film nelle sale e nasce il problema
Mar 9 Feb - 4:34 Da URSULA

» GRAFICA DI CAT
Gio 21 Gen - 10:20 Da cat

» Babbo Natale? "Cattivo esempio"
Mer 20 Gen - 19:31 Da FantasmaFormaggino

» MAY
Lun 18 Gen - 23:45 Da MAY

» EMENDAMENTO REPRESSIONE
Mar 12 Gen - 20:07 Da Cencio

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Partner
 
 
 
Forum amici
 
 
 
 
 
 
 
 

" Maestre " mostri

Andare in basso

" Maestre " mostri

Messaggio Da FIOKKETTA il Sab 5 Dic - 10:47

Le maestre dal giudice
"Due asili, troppo stress"
La direttrice: “Sono sola,
non ce la facevo più”

Risposte smozzicate, appena sussurrate. Silenzi interminabili. Lo sguardo assente puntato sullo schermo che la mostra mentre afferra per i capelli una bambina, le infila a forza un cucchiaio in bocca e la costringe a mangiare premendole il tovagliolo sulla bocca. Anna Laura Scuderi, 41 anni, direttrice dell’asilo Cip Ciop, ha partecipato così all'interrogatorio davanti al gip che doveva convalidare il suo arresto (la decisione oggi): in discussione non era soltanto la sua libertà, ma tutta la sua vita: «Sono depressa», ha provato a spiegare Anna Laura di fronte alle immagini che non sembravano lasciare la possibilità di negare. Poi ha raccontato: «Non ce la facevo più, dovevo cercare di portare avanti due asili, al mattino a Pistoia, al pomeriggio a Quarrata, decine di bambini, pratiche burocratiche, lavori e pulizie… era un lavoro più grande di me, mi sentivo stressata». Un colloquio a metà tra l’interrogatorio e lo sfogo: «Signor giudice, poco tempo fa ho perso due zii. Io vivo sola, ero molto legata a loro, per me è stato un dolore enorme».

Nelle carte delle indagini per i maltrattamenti dell’asilo di Pistoia finiranno filmati e testimonianza. Ma sono in tanti - investigatori, magistrati, genitori - a farsi la stessa domanda: perché è successo? Che cosa ha spinto (se le accuse saranno confermate) Anna Laura Scuderi ed Elena Pesce a comportarsi così con dei bambini indifesi? Il processo non risponderà a questo interrogativo. Non deve. Ma ognuno tenta una sua interpretazione: «Soltanto una persona che odia i bambini può agire in questo modo», sibila un genitore uscendo con le lacrime agli occhi dopo aver guardato il video registrato dalla Squadra Mobile guidata da Antonio Fusco. Tra gli investigatori, però, c’è chi azzarda un’altra ipotesi: «Nessuna delle due donne ha figli. Forse perché non li volevano. Ma se la rabbia fosse nata proprio dal desiderio non realizzato di avere un bambino?».

La risposta non arriverà mai. Nelle carte del processo non entreranno i silenzi e i sospiri di Anna Laura Scuderi, ma la sua vita dice molto della vicenda che l’ha vista protagonista. Forse per capire - non certo per giustificare - che cosa è successo bisogna partire da Quarrata, la cittadina satellite di Pistoia dove vive la donna. E subito una cosa stupisce: qui si conoscono tutti, ma di Anna Laura nessuno sa nulla. Poi arrivi alla sua casa, una vecchia costruzione ocra, ristrutturata e trasformata in condominio dove vivono una ventina di famiglie. Una piccola comunità, tanti giovani, ma ancora quella risposta: «La signora Scuderi? In tanti anni non ci siamo mai scambiati più che un saluto. No, non era scortese, ma sembrava terribilmente sola», racconta Alessandra, che abita due porte più in là.

Tutti poi ripetono lo stesso dettaglio: «Guardava sempre in basso». Ecco l’appartamento di Anna Laura Scuderi: pochi metri quadrati affacciati sul cortile, «ma lei non ci stava mai», ricorda Francesco e punta il dito verso la parete in comune con la maestra d’asilo: «Di là dietro arrivava soltanto silenzio. Visite, amici? Mai sentito nulla». Sulla porta di Anna Laura altri piccoli indizi: bastoni di incenso, profumi. Sul terrazzo aspirapolvere e detersivi: «A volte la vedevamo alle sei di mattina che puliva, puliva. Ogni giorno spazzava il terrazzo. Poi via, era da poco passata l’alba che usciva per andare a lavorare», raccontano Lucia e Marta, che abitano di fronte alla donna. Tornano in mente le parole degli investigatori: «Quella donna ha l’ossessione della pulizia, della disciplina».

Soprattutto è sola. Si chiude in silenzi impenetrabili. Come ieri durante l’interrogatorio. Come nei primi due giorni in cella, pochi metri quadrati nel carcere femminile di Sollicciano condivisi con Elena Pesce, l’inserviente dell'asilo. Ma le loro sorti sembrano già dividersi. Così anche le loro vite sembrano distanti: Elena ha 28 anni, un compagno, una famiglia che le vuole bene. A cominciare dal papà Vincenzo, un artigiano stimato e apprezzato: «Abbiamo saputo la notizia guardando da Internet, è stato uno choc», raccontano. Chi è davvero Elena? «Una ragazza normale, con un compagno. Una persona che si dedica anima e corpo al lavoro… dieci, dodici ore al giorno». Ma allora quelle immagini? «Se fosse vero per noi sarebbe un dolore enorme, ma Elena non è tipo da fare male a un bambino».La Stampa - ‎41 minuti fa‎
_________________________________________________

A me ke queste 2 pazze fossero stressate o sole non me nè pò fregà di meno, i problemi li lasciassero a casa, non ci si può sfogare maltrattando bambini,come si può vedere dal video postato da Ursy nell'indice del forum. Anke se crescendo questi bimbi forse dimentikeranno i maltrattamenti subiti, qualcosa nella loro psike resterà x sempre. Queste 2 sono da kiudere in galera e buttare la kiave!
avatar
FIOKKETTA

Cane

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da cat il Sab 5 Dic - 10:51

seconno me queste schifose so da prende e lascialle nelle mani dei genitori dei bambini poi prenderle chiuderle in galera e buttare la chiave.....ma come cavolo si puo' mettere le mani addosso a delle creature cosi indifese chi lo fa' e solo una bestia.....speriamo che ci sia giustizia.
avatar
cat

Dragone

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da See il Sab 5 Dic - 13:02

Lo stress non è n'attenuante.
Non c'è nessuna attenuate quando si maltratta un bambino.
Persone così vanno allontate da qualsiasi asilo.
Per me è inconcepibile maltrattare qualsiasi bambino, ma come se fà, qualsiasi cosa fà un piccoletto sia per come la fà che per come parla è sempre un divertimento.
avatar
See

Gatto

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da FIOKKETTA il Sab 5 Dic - 20:23

Maestre Pistoia,minacce su Facebook


Migliaia gli iscritti a gruppi ad hoc



“Se qualche genitore di quei bambini legge questo messaggio è autorizzato a chiamarmi. Lascio lavoro e famiglia, vengo lì e le faccio a pezzi”. Segue nome e numero di telefono. E' uno dei tanti messaggi che si possono leggere sui gruppi di Facebook nati in seguito all'arresto di Anna Scudieri e Elena Pesce[/url], la titolare e la maestra dell'asilo Cip Ciop di Pistoia accusate di aver maltrattato i bambini a loro affidati dai genitori.

In seguito al loro arresto, la Rete ha iniziato a interessarsi alla vicenda e i gruppi di condanna nei confronti delle due donne si sono rapidamente moltiplicati. Gli spazi sul social network dedicati all'episodio ospitano messaggi di solidarietà ai bambini vittima dei maltrattamenti e alle loro famiglie, propositi di organizzare fiaccolate e manifestazioni davanti al carcere di Sollicciano, dove le donne sono attualmente recluse. Ma accanto a questi messaggi si leggono moltissime minacce.

C'è chi incita al linciaggio, chi alla mutilazione o alla lapidazione, chi fa appello alle detenute del carcere di Sollicciano affinchè rendano un inferno la reclusione delle due insegnanti. Alcuni commentatori si danno appuntamento di fronte alla casa delle due donne, altri invitano i genitori a farsi giustizia da soli. Tra i gruppi nati, ce ne sono già tre che inneggiano all'ergastolo e alla pena di morte . E c'è chi suggerisce: “Lasciatele un pomeriggio ai componenti di questo gruppo”.

L'onda lunga dei fatti di Pistoia ha colpito su Facebook l'asilo Cip e Ciop di Anzio, che con la struttura privata sotto inchiesta, ha in comune solo il nome: la struttura laziale è stata scambiata per l'asilo toscano ed è diventata bersaglio di minacce e di insulti.
TGCOM - ‎2 ore fa‎
___________________________________________

Le detenute del carcere dove sono rinkiuse le maestre hanno detto kiaramente ke se le lasciano a loro, gli fanno fare la stessa fine ke hanno fatto i bimbi maltrattati.
avatar
FIOKKETTA

Cane

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da URSULA il Sab 5 Dic - 20:29

E' sconvolgente cosa facevano ai quei poveri bambini.
Chissà forse se avessero avuto dei figli non si sarebbero sfogate così su quelli degli altri... boh... o forse avrebbero avuto la stessa sorte?
Comuque certo, non è un'attenuante lo stress. Se sei esaurita stai a casa e te curi.
Comunque, ho sentito che a un bambino gli hanno fatto mangiare il vomito. E questo non è un raptus da esaurita mentale, in questo gesto c'è della cattiveria proprio.


Questo però non lo condivido. Capisco la rabbia che si genera ma incitare a farsi giustizia da sé è come ritornare al far west.
C'è chi incita al linciaggio, chi alla mutilazione o alla lapidazione, chi fa appello alle detenute del carcere di Sollicciano affinchè rendano un inferno la reclusione delle due insegnanti. Alcuni commentatori si danno appuntamento di fronte alla casa delle due donne, altri invitano i genitori a farsi giustizia da soli. Tra i gruppi nati, ce ne sono già tre che inneggiano all'ergastolo e alla pena di morte . E c'è chi suggerisce: “Lasciatele un pomeriggio ai componenti di questo gruppo”.
avatar
URSULA
Staff

Dragone

http://ursulaforum.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da FIOKKETTA il Dom 6 Dic - 1:41

Oggi, dopo che il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere, le due donne sono state trasferite dalla sezione `transito´ a quella femminile. Il risultato è stato il disprezzo delle detenute che le hanno accolte a insulti e sputi. Le due donne, che sono insieme nella cella, non hanno potuto far altro che nascondersi dietro al `blindato´, il pesante portone d’acciaio che chiude le celle davanti alle grate di ferro. Una situazione delicata che spinge il direttore del carcere Oreste Cacurri a pensare a una soluzione.
Le due donne chiedono di essere collocate in un’altra sezione. Anna Laura Scuderi è depressa, «non mangia - dice il suo avvocato Stefano Panconesi - e non vuole lavarsi. Si sta abbandonando». Elena Pesce invece piange e chiede perdono davanti a quelle immagini così forti registrate dalla polizia. Questo pomeriggio il suo legale ha deciso di lasciare la difesa. «Ho rimesso il mandato difensivo. Considero concluso il mio impegno professionale nella fase dell’urgenza - ha detto Giacomo Dini - Sono padre di un bambino di 18 mesi e preferisco, adesso che è arrivato il momento di sporcarsi le mani di lasciare l’incarico. Lo faccio in scienza e coscienza. Mio figlio solo per un caso non è stato iscritto a quell’asilo». Il Secolo XIX - ‎2 ore fa‎
_________________________________________

Grande l'avvocato

cr_banner('41');
avatar
FIOKKETTA

Cane

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da Sanny il Dom 6 Dic - 11:52

Io sono rimasta molto shoccata nel vedere il video che hanno messo su facebook, ho pianto per questi bimbi e ho pianto anche perchè mi sono tornati in mente degli episodi che non facilmente si possono cancellare dalla memoria: mia figlia ha subìto per quasi tre anni le torture di una maestra..io non lo sapevo perchè mia figlia era terrorizzata e aveva paura di dirmelo minacciata dalla maestra... ci sono voluti anni, dico anni per farla riprendere...nessun compagno nè genitore mi è stato vicino per denunciarla e nessuno l'ha creduta!!!! Poi l'ho tolta da quella scuola....
I bambini hanno bisogno di affetto, di amore, devono crescere felici e NESSUNO deve permettersi di interrompere questa loro felicità!! Sono piccoli angeli indifesi che noi adulti dobbiamo proteggere aiutandoli nel loro cammino di vita..
Le maestre devono essere come seconde mamme, non delle schifose che li maltrattano!! In carcere avranno quello che si meritano come i pedofili e gli stupratori!!! Sono belve senza cuore...
avatar
Sanny

Tigre

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da Cencio il Dom 6 Dic - 13:17

con i bambini si sa' ci vuole molta pazienza , tanto amore, questi non sono mestieri che si fanno solo per avere un posto fisso ,ti deve piacere ,e sopratutto avere attitudini specifiche,vanno condannate ma non solo loro ma anche chi gli ha concesso il posto .
avatar
Cencio

Scimmia

Torna in alto Andare in basso

Re: " Maestre " mostri

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum